Riunioni online

Le migliori applicazioni per le video conferenze

In questa raccolta troverete varie tipologie di strumenti, la lista non pretende di essere esaustiva, ma abbiamo cercato di fare un mix tra usabilità, facilità di utilizzo e funzioni.

Zoom Cloud Meetings è una piattaforma web per meeting, webinar e collaborazione da remoto. Dà quindi la possibilità di tenere videoconferenze, lezioni onlie e corsi didattici di ogni genere senza che ci sia bisogno di essere presenti all’interno dell’aula. Una piattaforma estremamente versatile, dunque, capace di adattarsi alle esigenze più disparate. Consente la condivisione dello schermo di qualunque dispositivo, mettendo a disposizione una suite di strumenti collaborativi, utili nel caso di riunioni di lavoro a distanza per le quali è richiesta la condivisione di idee e contributi.

A differenza di altre piattaforme,  Zoom non necessita di una rubrica “interna” grazie alla quale avviare conversazioni o videoconferenze. Potrete invitare i partecipanti utilizzando la vostra casella elettronica o servizi di messaggistica istantanea come WhatsApp, Messenger, Telegram. E’ un servizio online di videoconferenze con un piano di base gratuito in cui è possibile comunicare in videochat con massimo 100 persone, per 40 minuti a videochiamata.

  • Ospita fino a 100 partecipanti
  • 1-1 e riunioni di gruppo
  • Incontri illimitati
  • Video e audio HD
  • Condivisione dello schermo
  • Incontri programmati
  • Chat privata e di gruppo
  • Controlli host

Jitsi è un’applicazione web immediata che permette di creare videoconferenze online senza scaricare nulla ed anche senza alcuna registrazione di account. Jitsi Meet ha molte funzioni interessanti, inclusa la registrazione video su Dropbox, integrazione con YouTube in modo da poter avviare un live streaming o guardare un video insieme, la funzione “alza la mano” per attirare l’attenzione quando si vuol parlare.

Tutte le chiamate, sia con video che senza, sono codificate. Anche nella chat è possibile attivare la crittografia dei contenuti. Non esiste ufficialmente un limite al numero di partecipanti a una videoconferenza, poiché questa dipende unicamente dalla capacità del computer e dalla velocità della connessione Internet. Sorprendentemente per l’utilizzo di Jitsi non è necessaria l’iscrizione al servizio, ma è possibile semplicemente usare la variante browser Jitsi Meet: la conversazione si apre con un clic e, successivamente, viene creato un link con il quale gli interlocutori potranno aggiungersi alla conversazione.

Jitsi può inoltre essere installato sui sistemi operativi Linux. I client per i sistemi operativi mobili sono disponibili per Android e iOS.

  • A differenza di altre tecnologie di videoconferenza, Jitsi Videobridge, il cuore di Jitsi, trasmette l’audio e il video di tutti a tutti i partecipanti, anziché mixarli.
  • Jitsi è compatibile con WebRTC, lo standard aperto per la comunicazione Web.
  • Condividi desktop, presentazioni e altro
  • Invita gli utenti a una conferenza tramite un URL semplice e personalizzato
  • Modifica i documenti insieme utilizzando Etherpad
  • Scegli URL divertenti per ogni riunione
  • Scambia messaggi ed emoji durante la videoconferenza, con chat integrata.

Skype è un nome molto familiare per i possessori di Windows. Questo strumento di videochat di Microsoft è spesso considerato poco più che un modo per tenersi in contatto con amici e familiari, ma se non lo sai supporta anche le videochiamate di gruppo per un massimo di 50 persone.

Può anche essere utilizzato in un browser, il che è ottimo per chattare con le persone senza l’app installata: infatti puoi semplicemente invitarli a partecipare utilizzando il loro indirizzo e-mail.

Esiste un’opzione di condivisione dello schermo e per semplificare la messa a fuoco su chi stai parlando, c’è la possibilità di sfocare automaticamente gli sfondi. Altre utili funzioni includono la sottotitolazione live delle conversazioni e la possibilità di registrare le chat.

  • Fino a 10 persone durante le videochiamate
  • Videochiamata HD
  • Condivisione dello schermo
  • Registrazione di videochiamate
  • Chat video interattive
  • Condivisione della posizione

Google Hangouts è tra i migliori programmi per videochiamate ed è molto semplice da utilizzare. Si tratta di una poliedrica piattaforma di messaggistica e non solo che ha sostituito il vetusto Google Talk, a cui si accede da PC ma anche dal proprio account Gmail. Essa è utilizzabile sia per comuni videochiamate o messaggi testuali che per meeting da remoto veri e propri, è utilizzabile previa installazione di un comodo plugin per Google Chrome e si appoggia alla rete internet o dati. Supporta la chat con un massimo di 150 persone e le videochiamate con solo un massimo di 10 partecipanti (nella versione gratuita. Ci sono poche opzioni, ma si tratta di velocità e convenienza. Gli Hangout possono essere utilizzati nel tuo browser e sono app disponibili per Chrome OS, iOS e Android.

  • Fino a 10 partecipanti video
  • Conversazioni video, audio e di messaggistica
  • Registrazioni di videoconferenze
  • Partecipa alle chiamate utilizzando Google Calendar
  • Condivisione dello schermo

FreeConference rende le cose meravigliosamente semplici per gli utenti non richiedendo l’installazione di alcun software. Sono disponibili app mobili, ma è possibile prendere parte a una sessione di videoconferenza da qualsiasi dispositivo su cui sia installato un browser Web. Puoi partecipare a chat di testo o video e utilizzare funzionalità come la condivisione dello schermo e dei file, anche se FreeConference non è privo di limitazioni.

  • Fino a 5 partecipanti alla riunione online
  • Condivisione dello schermo
  • Condivisione di documenti
  • Controlli del moderatore
  • Chat di testo
È una app un po’ diversa dalle altre, pensata per momenti di svago e videochiamate con gli amici fino a un massimo di 10 partecipanti.
Permette di fare videochiamate aperte alle quali i contatti dei partecipanti che sono in linea possono aggiungersi anche senza invito.
Quando uno dei nostri contatti entra in Houseparty ci arriva una notifica e viceversa, quindi possiamo decidere di entrare anche noi e avviare una videochiamata o partecipare a videochiamate aperte che vediamo già in corso. Si possono mandare messaggi privati e inviti a partecipare a giochi di gruppo a distanza.
Whereby è uno strumento che fa della semplicità il suo cavallo di battaglia: è sufficiente registrarsi al servizio per ottenere immediatamente una “stanza” attraverso cui dialogare con gli altri partecipanti.
Le funzionalità disponibili sono la condivisione dello schermo, la chat integrata, la possibilità di bloccare la stanza e attendere che i partecipanti “bussino” per entrare.
Ottima anche la app mobile nativa, che offre chiamate di qualità molto alta anche su connessioni così così. Free per stanze fino a 4 partecipanti

Infine chiudo questa carrellata citando altre app molto conosciute per fare videochiamate di gruppo Facetime, Duo, WhatsApp, Facebook Rooms, Messenger, Instagram